Che cos’è la carta Rei, chi e come averla

Per fronteggiare la povertà (sempre di più estesa nella società odierna) lo stato introduce la carta dei servizi (o carta rei), ovvero:

  1. un vantaggio economico che viene erogato mensilmente attraverso una Carta di pagamento elettronica (Carta REI)
  2.  un progetto personalizzato di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà, predisposto dai servizi sociali del Comune.

chi può fare la carta rei? quali sono i requisiti? 

I requisiti per avere diritto alla carta Rei sono molteplici, ecco di seguito una lista:

Per accedere al REI, infatti, il nucleo familiare deve avere contemporaneamente:
1. un valore ISEE non superiore a 6 mila euro
2. un valore ISRE  non superiore a 3 mila euro
3. un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20 mila euro
4. un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti) non superiore a 10 mila euro (ridotto a 8 mila
euro per la coppia e a 6 mila euro per la persona sola).

Il nucleo familiare deve trovarsi in almeno una delle seguenti condizioni:

  • presenza di un minorenne;
  • presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore o un suo tutore;
  • presenza di una donna in stato di gravidanza accertata
  • presenza di un componente che abbia compiuto 55 anni con specifici requisiti di disoccupazione.

Altri requisiti
Nessun componente del nucleo deve:
→ percepire prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) o di altro ammortizzatore sociale.
→ possedere autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti alla richiesta
→ possedere navi e imbarcazioni da diporto (art.3, c.1, d.l.gs. 171/2005).

come ricevere  480€ dallo stato con la carta rei?

Premesso che 480€ è la cifra massima che si può ricevere. Quest’ultima può variare a seconda del nucleo familiare:
carta rei 485 euro

Come fare la domanda?

La domanda va presentata dall’interessato o da un componente del nucleo familiare presso il comune d’appartenenza.  La domanda può essere presentata a partire dal 1° dicembre 2017  ma l’assegno spetterà soltanto a partire dal 2018.

 

Per un’ulteriore approfondimento citiamo la fonte ufficiale: CARTA REI

Hai bisogno di altre informazioni?
contattami

lascia un commento